Collegamenti sponsorizzati

Cambio di destinazione d'uso

Cambio di destinazione d'uso: la procedura da seguire

Cambio di destinazione d'uso: la procedura da seguire
Collegamenti sponsorizzati
 La procedura burocratica da seguire per ottenere ottenere il cambio di destinazione d'uso di un immobile prevede diversi passaggi, semplificata grazie ai numerosi chiarimenti e dalle conferme emerse dai pronunciamenti dei Tribunali Amministrativi Regionali e della Corte di Cassazione. Cerchiamo di riassumere gli adempimenti previsti a seconda dei casi previsti dalla normativa vigente in materia sulla base della tipologia di interventi necessari per adeguare la struttura alla nuova destinazione d'uso.
 Essenzialmente la casistica del cambio di destinazione d'uso prevede due tipologie di variazione: con o senza opere.

Con la specifica “senza opere” si fa in realtà riferimento anche a tutti quei casi in cui il cambiamento d'uso non comporti modifiche “evidenti della struttura”, d'altronde è difficile immaginare una variazione di destinazione che non comporti alcun lavoro di ristrutturazione.
Questa riflessione ci offre lo spunto per raffinare ulteriormente la nostra classificazione, da qui in poi faremo infatti riferimento a cambi di destinazione d'uso realizzabili attraverso la DIA, e cambi per i quali sarà necessario richiedere la concessione edilizia.
Rientrano nella prima categoria tutti i casi in cui la nuova destinazione è funzionalmente omogenee dal punto di vista urbanistico rispetto alla precedente.
Sarà invece necessario richiedere la concessione edilizia in tutti quei casi in cui gli interventi necessari per ottenere il cambio di destinazione abbiano come risultato un organismo edilizio in tutto o parzialmente diverso dal precedente, con eventuale aumento di unità immobiliari, modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici.
Questa classificazione prevede però un'eccezione quando il cambiamento riguarda strutture situate all'interno dei centri storici. In questi caso nessun intervento può essere autorizzato con la sola dichiarazione di inizio attività.
Va comunque ricordato che indipendentemente dalla tipologia di interventi in programma, prima di avviare la procedura dovrete verificare che il cambio di destinazione d'uso, nell'area di vostro interesse, sia consentito dal piano regolatore locale ed eventualmente anche nel caso dei condomini, dal regolamento interno.
Una volta verificata la possibilità di procedere, oltre a fare richiesta dell'opportuno titolo autorizzativo, dovrete provvedere a presentare all'agenzia delle entrate la domanda per la procedura di variazione della categoria catastale, necessaria per la determinazione della nuova rendita castastale (utile ai fini del calcolo IMU).

I costi da sostenere per ottenere il cambio di destinazione d'uso
Per tutte le trasformazioni edilizie, con o senza opere, il contribuente è tenuto al pagamento degli oneri di urbanizzazione per l'aumento del carico urbanistico, importi e schemi di calcolo vengono determinati su base territoriale dalle singole leggi regionali.Troverete alcuni esempi di calcolo dei costi per il cambio di destinazione d'uso all'interno del blog Diario di un architetto 

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network



Lascia un commento su questa pagina:

Nome (Richiesto)
E-mail (Richiesta, non sarà pubblicata)
    Riscrivi le lettere visualizzate sulla sinistra

Collegamenti sponsorizzatiscript async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">

Argomenti Correlati

Azienda territoriale edilizia

L'azienda territoriale per l'edilizia, meglio nota come "Ater" riveste il ruolo ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta